Por Upsocl
19 noviembre, 2020

Sebbene sia una decisione difficile, Candice non ha rimpianti di aver lasciato il suo nativo Utah. “Il Messico mi ha sfidato in modi che non avrei mai immaginato, ma non me ne pento”, dice.

Alcune persone sono capaci di prendere decisioni estreme per amore, altre addirittura si lasciano tutto alle spalle per avventurarsi in una nuova vita con il loro amato partner. È il caso di Candice, un’americana che ha deciso di andare a vivere in Messico con il marito, dopo essere stato deportato nel suo paese di origine

La “guerita”, come si fa chiamare sui social networks, ha detto di non pentirsi della sua decisione, pur essendosi lasciata alle spalle una vita con più comodità di quelle che ora conduce nel piccolo paese di Puebla, dove si è stabilita con suo marito Fidel e la sua famiglia.

@_laguerita70

“Il Messico mi ha sfidato in modi che non avrei mai immaginato, ma non mi pento di essere in questo paese con mio marito e i nostri due figli. Ho fatto ciò che è meglio per la famiglia; e i miei figli stanno crescendo felici insieme ai loro genitori“, ha detto Candice in una conversazione con La Opinión.

Candice, il cui nome è falso perché ha preferito non identificarsi a causa delle misure di sicurezza, ha incontrato il suo attuale marito nel 2007 dopo essere uscita con un’amica e il suo ragazzo, che ha invitato una quarta persona: Fidel.

@_laguerita70

“Mi è piaciuto molto appena l’ho visto. Aveva un bel sorriso ed era decisamente attraente. Mi ha impressionato con i suoi stivali, il suo cappello da cowboy e il suo enorme pick-up rosso”, ha detto.

“Da lì abbiamo iniziato a scambiarci messaggi in spagnolo. Avevo imparato un po’ la lingua prima di incontrarlo, ascoltando delle conversazioni. E ogni sera usavo l’app gratuita Duolingo per comunicare con lui”, ha aggiunto.

@_laguerita70

In meno di un anno di appuntamenti era già incinta del suo primo figlio. Diego è nato nel 2009 e sono andati tutti a vivere insieme in famiglia. Mentre lui lavorava 6 giorni alla settimana, con poco tempo per riposare, e lei studiava e lavorava, fino a laurearsi in giustizia penale.

Fidel è arrivato negli Stati Uniti all’età di 17 anni e ha vissuto quasi due decenni in quel paese senza documenti. Era qualcosa che preoccupava la famiglia, ma non ha mai messo a rischio la loro unione, perché l’amore era più forte.

@_laguerita70

“Ero sempre preoccupata che lo arrestassero quando andava a lavorare”, ha detto. E un giorno l’incubo è diventato realtà.

Un giorno Fidel è uscito dal lavoro insieme a un collega, e un ufficiale ha chiesto loro di identificarsi. Era ciò che Fidel stava evitando da anni. “Mio marito non ha potuto fornire nessun documento d’identità. Il poliziotto lo ha preso in custodia e ha contattato il servizio di immigrazione”, ha raccontato Candice

@_laguerita70

“Sono rimasta letteralmente senza fiato. Non sapevo cosa fare. La polizia ha detto di averlo arrestato perché pensavano che stessero rubando”, ha aggiunto.

Sono riusciti a sposarsi nel 2016, prima di essere deportato. “Quando ci hanno dichiarato marito e moglie, non ci siamo potuti abbracciare. È stato molto triste. Il nostro matrimonio è avvenuto attraverso una parete di vetro”.

È stato in custodia per quasi un anno. Hanno fatto di tutto, ma non sono riusciti a evitare la deportazione, che è avvenuta il 1° agosto 2017, quando Fidel aveva 36 anni.

Non era passata neanche una settimana quando Candice decise di andare in Messico a visitare suo marito, per sole due settimane. Tuttavia, quando stava per prendere il volo di ritorno, vide suo figlio piangere e decise di restare a vivere in Messico.

@_laguerita70

“Mi sono promessa di non vedere mai più mio figlio con quello sguardo di profonda tristezza”, ha detto. Nel dicembre di quell’anno è partita per il Messico e anche se il primo periodo è stato difficile, ora è a suo agio con la decisione presa.

Tuttavia, hanno sentito il sollievo di poter vivere in tranquillità con la famiglia, senza doversi preoccupare delle procedure di immigrazione. “Non avevamo più quella nuvola nera su di noi”, ha detto.

Niente e nessuno è riuscito a separarli.

Puede interesarte