Por Upsocl
7 octubre, 2020

Si chiama Miqueas Lionel e vive ad Ushuaia (Argentina), almeno fino a qualche tempo fa, visto che a causa delle sue malattie lui e la sua famiglia si sono dovuti trasferire a Buenos Aires. Tutti gli sforzi sono stati ripagati e oggi è sano.

Ha superato praticamente tutte le avversità. Il piccolo Miqueas è un vero guerriero, un combattente in tutto e per tutto. Nei suoi due brevi anni sa già cosa significa la sopravvivenza.

Recentemente ha ricevuto un trapianto di midollo osseo, dopo una lunga attesa dovuta alla leucemia, ma si è pure contagiato il COVID-19 ed è comunque guarito. Oggi è sano e felice, insieme alla sua famiglia, soddisfatti dell’immensa battaglia che sono riusciti a vincere. 

Brian Alvarengo

Sono originari della Terra del Fuoco, precisamente di Ushuaia (Argentina), da dove hanno dovuto trasferirsi, a causa delle urgenze di Miqueas, trasferendosi a Buenos Aires.

“In un controllo pediatrico, ci hanno detto che Miqueas aveva tre valori del sangue che non erano normali. 

In pochi giorni gli è stata diagnosticata una leucemia mieloide acuta. Abbiamo dovuto fare una nuova vita qui”.

–ha detti Brian, el padre di Miqueas a TN

Brian Alvarengo

Cominciarono così le chemioterapie e le cure, per tutto un mese. Col tempo, le cose si sono complicate, il piccolo si era contagiato di altri virus ospedalieri. Nonostante tutto, il ragazzino non si è arreso.

Dopo il primo ciclo di chemioterapia, la malattia è andata in remissione. Si aprì una luce di speranza che si chiuse rapidamente, Miqueas si ammalò di nuovo con maggiore intensità.

Brian Alvarengo

L’unica opzione era un trapianto. Il panorama non era dei migliori, ma si sa che dopo il temporale esce sempre il sole.

Come se non bastasse, aveva contratto polmonite e mucosite, aggravate dalle basse difese lasciate dopo la chemioterapia.

“Hubo períodos en que levantó más de 39 grados de fiebre. Otros en los que ingresaron hongos en su sangre por las bajas defensas. La pasamos muy mal”.

–ha detto Brian a TN

Brian Alvarengo

Hanno cercato donatori internazionali ed ha funzionato. C’era un donatore in Germania. Fu un momento di grande felicità, era qualcosa di improbabile ed era successo per il piccolo Miqueas. 

Il ragazzo però ha subito una frattura a una delle sue gambe e, a causa dell’intenso trattamento per la leucemia, ha sviluppato una malattia cardiaca.

TN

“Era da non crederci”, ha detto Brian quando ha saputo che suo figlio aveva contratto il coronavirus. Tuttavia, la forza di Miqueas Lionel era enorme.

Ha sconfitto le sue infezioni, il suo infortunio alla gamba, il trapianto e l’intervento chirurgico hanno funzionato perfettamente e tutto si è risolto. È arrivata la luce. 

Oggi è completamente sano. La sua famiglia è grata a tutti coloro che hanno aiutato e contribuito al suo miglioramento. I miracoli esistono e Miqueas ne è stato testimone. Ora sorride felice.

Puede interesarte