Por Upsocl
26 noviembre, 2020

Loren Schauers, un operaio di soli 19 anni, era alla guida del suo carrello elevatore e stava attraversando un ponte, quando ad un certo punto ha perso il controllo ed è precipitato da 15 metri di altezza, rimanendo ancorato al suolo, con quell’enorme veicolo addosso.

Questa tragica vicenda che ha messo a repentaglio la giovane vita di Loren Schauers è avvenuta nello Stato del Montana (USA). Senz’ombra di dubbio, uno dei temi più discussi del 2019.  E tutto perché questo operaio di 19 anni, che guidava il suo carrello elevatore su un ponte, è stato coinvolto in un gravissimo incidente dopo aver perso il controllo del veicolo. In seguito, si è ritrovato esanime sull’asfalto, con un peso di ben 4 tonnellate addosso, che miracolosamente non l’ha ucciso. L’operaio è rimasto cosciente in ogni momento e tutto ciò non ha potuto che attirare l’attenzione dello staff medico. Addirittura, in seguito alla caduta, il ragazzo ha guardato verso il basso e si è reso conto che il braccio era praticamente scoppiato e che il suo corpo, dai fianchi in giù, era del tutto schiacciato.

Loren Schauers

L’unica chance per questo sfortunato consisteva in un delicato intervento chirurgico di emicorporectomia, che prevedeva l’amputazione della parte inferiore del corpo, a partire dal bacino. La fidanzata dell’operaio, Sabia Reiche, che oggi ha 21 anni, era stata avvertita dai medici: l’operazione, con ogni probabilità, non sarebbe andata a buon fine. In effetti, secondo le previsioni dei dottori, Loren sarebbe deceduto e di conseguenza, la sua ragazza l’ha salutato almeno sei volte. Eppure, con gran sorpresa di tutti, questo guerriero non si è dato per vinto e alla fine ce l’ha fatta.       I due, che all’epoca dei fatti avevano 18 anni, continuano ad essere fidanzati. L’incidente li ha uniti ancora di più.

“Ero perfettamente cosciente, perciò ho visto come il carrello elevatore cadeva su di me, schiacciandomi (…) L’intero staff medico è letteralmente sorpreso, specialmente quando ascolta la storia che accompagna le mie lesioni (…) Farmi amputare il corpo non è stata affatto una decisione complicata per me; è stata una decisione fra vivere e morire (…) Con Sabia che mi assicurava che sarebbe stata con me a prescindere da tutto e la mia famiglia accanto, devo dire che non è stata una scelta difficile”

– ha confessato Loren Schauers, secondo quanto riportato dal Daily Mail

Loren Schauers

 Oltre ad essere sopravvissuto ad una dura operazione, Loren si è anche dovuto imbattere nella completa perdita dell’avambraccio e della mano destra. E come se non bastasse, si è ritrovato con la clavicola e la spalla destra completamente rotte. E per giunta, aveva sofferto di embolia polmonare e aveva bisogno di un tubo per la respirazione. In un primo momento, i medici hanno sperato con tutto il cuore che i suoi arti inferiori si potessero salvare, ma disgraziatamente, ogni tentativo è risultato vano. Successivamente, l’hanno sottoposto ad un primo intervento chirurgico grazie al quale, gli hanno lasciato il fianco destro, i genitali e la coscia sinistra. Ma la sua zona pelvica era così malridotta che è stato necessario realizzare un intervento radicale di emicorporectomia. Inoltre, si è cercato in tutti i modi di salvare lo sperma di Loren ma non è stato possibile.

Loren Schauers

“Tra di noi, ci sono state tante conversazioni sincere, molto tristi e piene di lacrime durante il primo mese in ospedale (…) La prima volta che ci siamo salutati è stata prima dell’operazione, ma lui era ancora intubato, e quindi, ci stava scrivendo visto che non poteva parlare (…) La notte prima dell’intervento, mi ha scritto ‘Ti amo’ su un foglio di carta, dato che quella sarebbe potuta essere la nostra ultima notte assieme. Conservo ancora oggi quel foglietto (…) Sono state tante le volte in cui i medici ci hanno detto che probabilmente sarebbe morto. Ecco perché ci siamo lasciati andare a delle lunghe conversazioni fatte di ‘ti amo’ e quant’altro (…). I medici dicevano che Loren non ce l’avrebbe fatta, che avremmo dialogato per l’ultima volta e che sarebbe deceduto (…)  Devo dire che è stato orribile, a dirla tutta è stato raccapricciante. Sembrava come se la sua salute ci volesse prendere in giro, del tipo ‘ahaha, adesso sta andando tutto bene ma tra poco moriremo e saremo tutti tristi’, ma alla fine, è riuscito a sopravvivere”

– ha affermato Sabia Reiche, la sua fidanzata–

Loren Schauers

Dopo essere stato un mese a Seattle (Washington), Loren è stato trasferito in un ospedale nello Stato del Montana, affinché la sua famiglia potesse visitarlo con facilità. Gli specialisti erano ancora convinti che il ragazzo non ce l’avrebbe fatta e proprio per questo motivo, volevano che trascorresse più tempo possibile con i suoi cari. Ma come per miracolo, le sue condizioni di salute sono migliorate in pochissimo tempo. Una situazione, questa, mai vista prima. Credevano, inoltre, che avrebbe avuto bisogno di un periodo di convalescenza in ospedale della durata di un anno, e invece, per questo campione sono stati necessari soltanto tre mesi, più quattro settimane di riabilitazione. 

Loren Schauers

Una volta tornato a casa, Loren ha cercato di riconquistarsi la sua indipendenza il prima possibile. Ha imparato ad indossare da solo le protesi e a sedersi sulla sua sedia a rotelle senza nessun aiuto.  Attualmente, è disoccupato e riceve un aiuto economico dallo Stato, ma gli piacerebbe diventare influencer su Twitch, un servizio di streaming in diretta che parla principalmente di videogiochi. Inoltre, pare che abbia chiesto alla sua ragazza di sposarlo il 17 luglio, la data del loro anniversario di fidanzamento. Be’, che dire, una coppia inseparabile che finalmente convolerà a nozze nel 2021 o nel 2022.

Hanno ancora tanto da vivere assieme.

Puede interesarte