Por Upsocl
17 septiembre, 2021

A través de reuniones en la biblioteca, en el gimnasio y en las noches de cine, aprovecharon de pasar tiempo juntos y así conocerse más. Para que, luego, en libertad, consagrar su relación en una inolvidable boda.

È stato il destino ad unirli per sempre, e in un posto alquanto insolito, visto che Monae e Adriel hanno pronunciato il fatidico sì in una prigione situata in Pennsylvania. Questa donna trans, infatti, era una detenuta e malgrado avesse cominciato a sottoporsi a cure ormonali, era stata messa in cella con degli uomini. La legislazione di allora imprigionava le persone transgender a seconda del genere che era stato assegnato loro alla nascita qualora non si fossero ancora sottoposte all’intervento. Ed è ciò che è successo a Monae.

lulumonae143

Ad ogni modo, il fatto di aver vissuto in prigione assieme a uomini “veri” le ha permesso di conoscere l’amore della sua vita. A 29 anni, infatti, ha conosciuto Adriel, un ragazzo che viveva da recluso proprio come lei. Si sono visti per la prima volta nella lavanderia e in quel preciso istante c’è stato un immediato colpo di fulmine. Da allora non si sono più separati.

lulumonae143

Nel giro di poco tempo, hanno cominciato ad uscire, sempre nei limiti consentiti dalla loro situazione. Scambiavano qualche chiacchiera in biblioteca, in palestra e guardavano film assieme nelle serate organizzate per i detenuti. E ovviamente, sono state innumerevoli le difficoltà che hanno dovuto superare in un ambiente ostile come una prigione, dove il loro rapporto è stato costantemente minato dagli attacchi di altri detenuti e persino dalle guardie. Un periodo complesso nel quale hanno dovuto chiedere il permesso alle autorità per i loro incontri.

lulumonae143

Eppure, il loro amore non si è mai spezzato. E addirittura un giorno, Adriel si è inginocchiato davanti alla sua donna per chiederle di sposarlo. Hanno dovuto aspettare il momento in cui finalmente uno dei due sarebbe stato libero per potersi unire in matrimonio, dato che Adriel è rimasto in prigione più a lungo.

“Credo che il fatto di essere stati in carcere abbia reso più solida la nostra relazione (…) Ho visto Monae toccare il fondo e viceversa. Ovviamente l’ho vista anche nel suo momento più felice, così come lei mi ha visto nei momenti più rosei (…) Volevamo sposarci entrambi come detenuti, ma all’epoca non vi era nessuna legge in quanto ai matrimoni fra carcerati”

– ha spiegato Adriel attraverso “Truly”, come riporta Metro.co.

lulumonae143

Appena Monae ha ottenuto la libertà, si è rivolta immediatamente al tribunale per richiedere la documentazione necessaria per un matrimonio in prigione, e così, finalmente la coppia si è sposata mentre Adriel stava ancora scontando la condanna ricevuta.

Truly

In questo lasso di tempo, Monae ha approfittato dell’occasione per sottoporsi all’intervento, portare a termine il processo di transizione prima del giorno tanto atteso e ottenere i documenti in accordo con la sua nuova identità di genere. Al matrimonio sono stati presenti soltanto la madre e il padrino della sposa e purtroppo, dopo essersi scambiati le promesse ed essersi scattati qualche foto, marito e moglie sono stati costretti a salutarsi.

“È stato un giorno speciale, felice e triste allo stesso tempo, ma principalmente triste perché ovviamente desideravamo trascorrere più tempo assieme, ma dopo un po’ ci siamo dovuti separare (…) Tutti i nostri ricordi risalgono alla nostra vita in carcere, ma adesso è come cominciare dall’inizio un’altra vita, è una sorta di nuovo inizio per noi.”

– Ha raccontato Monae sriferendosi al suo matrimonio e ai suoi primi giorni da sposata.

lulumonae143

Adesso che entrambi sono tornati ad una vita normale e vivono finalmente nella loro casa, assaporando ogni minuto della tanto agognata libertà, non si fanno sfuggire nessun momento magico da trascorrere assieme.

Puede interesarte