Por Upsocl
30 julio, 2021

La vincitrice olimpica russa, Tatiana Navka, sostiene che la ginnastica ritmica sia uno sport femminile e dunque non considera normale ciò che fa il ginnasta spagnolo. È grata che nel suo Paese natale agli uomini non permettano di praticare questa disciplina.

Negli anni abbiamo imparato che lo sport non ha genere, non è intrinsecamente femminile o maschile. Lo sport è aperto a ogni persona che ha la capacità di praticarlo cercando sempre di dare il meglio di sé. In questo senso, il ginnasta spagnolo Cristofer Benítez ha rotto un grande paradigma, dimostrando con eleganza che essere uomo non toglie la bellezza di quest’arte.

Il campione è arrivato alle Olimpiadi di Tokyo e ha cercato di fare del suo meglio, cosa su cui non tutti sono d’accordo.

Instagram / Tatiana Navka

Una delle sue haters è Tatiana Navka, la campionessa olimpica russa, che non ha perso l’occasione di fare commenti che molti hanno trovato sessisti dopo la presentazione dell’atleta spagnolo. Apparentemente è stata molto infastidita nel vederlo competere in uno “sport femminile”.

“Capisco tutto: progresso, tolleranza e accettazione, però per me questo è troppo. Ho sempre considerato la ginnastica ritmica uno sport bello e femminile, ed ecco… C’è un modo per dimenticare di aver visto tutto questo? (…) Sono felice che una cosa del genere non esista nel nostro Paese”.

 Tatiana Navka via Instagram

Instagram / Cristofer Benítez

La Navka afferma che questa tendenza creerà solo confusione in futuro: la società non progredisce in questo modo, che alla fine la porterà inesorabilmente in un vicolo cieco. Inoltre, ha chiarito che non ha nulla contro la comunità LGBTQ+, nonostante abbia comunque espresso la sua opinione dicendo che si tratta di uno sport “per donne”.

Instagram / Cristofer Benítez

Desidera un mondo migliore per suo figlio, in cui la differenza tra uomini e donne sia chiara. Crede che l’orientamento sessuale sia una questione personale, ma dovrebbe esserne vietata la propaganda in televisione.

Naturalmente, il ginnasta spagnolo ha colto le parole dell’atleta russa per ringraziare il sostegno dei suoi fan e rammaricarsi per l’atteggiamento della sportiva. In ogni caso, continuerà a lottare affinché questo sport sia davvero egualitario. Crede di potercela fare: questo è per lui l’orgoglio più grande.

“Sempre libero. Grazie, grazie e grazie infinite. Ho solo parole di gratitudine per tutt* per il sostegno e l’affetto che mi avete dimostrato di fronte alle dichiarazioni/attacchi della pattinatrice olimpica russa a cui mancano totalmente valori sportivi e rispetto”.

Cristofer Benítez attraverso il suo Instagram

Instagram / Cristofer Benítez

La cosa certa è che la Federazione di Ginnastica ha accettato la sua partecipazione e lui, indipendentemente da ciò che pensano gli altri, continuerà a fare ciò che sa fare meglio: un grande spettacolo.

Puede interesarte