Por Chiara Silva
22 mayo, 2020

«Credimi, non saremmo nudi se avessimo a disposizione un set completo», ha detto un medico ad giornalista locale. E con la polemica creata, sono venute alla luce altre foto di Nadia. Sicuramente hai già i suoi fans!

L’infermiera russa che è stata vista indossare solo biancheria intima sotto un abito trasparente, mentre si prende cura dei pazienti con COVID-19, non sarà più sanzionata, come detto inizialmente, perché esiste un motivo di forza maggiore per non aver rispettato la regola: c’è carenza di uniformi e materiali per il personale sanitario.

Nadia, questa infermiera di 23 anni, ha dovuto ricorrere solo ad un abito trasparente a causa della mancanza di risorse in questa emergenza sanitaria, tuttavia, non l’ha ignorato ed è diventata virale sui social network dopo che una paziente l’ha fotografata. Pertanto, in linea di principio, le autorità avevano inizialmente annunciato una sanzione contro di lui.

Tulskie Novosti

Dopo la confusione su questo caso che è diventato così popolare, i medici dell’ospedale clinico regionale di Tula nella Russia occidentale hanno rivelato che la vera ragione era la mancanza di abbigliamento medico.

VK.com

Dopo l’accaduto, si è sentita con una grande pressione addosso. Tuttavia, grazie al supporto dei suoi colleghi, la sanzione è stata rimossa. In realtà, al di là di un malinteso, rimane un precedente che dimostra la carenza delle risorse mediche.

Sergey Butry

«Semplicemente non abbiamo nulla da indossare. Non ci sono abbastanza tute che, secondo le regole, dovremmo indossare sotto i nostri abiti. Credimi, non l’avremmo mai fatto se avessimo avuto a disposizione un set completo», ha detto un medico ai media locali Komsomolskaya Pravda, come riportato da Daily Mail.

«Non meritava alcuna punizione. Molto probabilmente, si rese conto che l’abito era trasparente, ma decise di vestirsi così perché è molto difficile indossare questi abiti per molto tempo. E la cosa principale è che ha aiutato i pazienti affetti da Coronavirus. Non era del tutto giusto per un paziente fotografarlo. L’ha incastrata mentre lo stava aiutando «, ha aggiunto.

VK.com

El personal de salud se unió en esta causa que consideraron justa. Y es que, estos especialistas arriesgan a diario sus vidas para detener la pandemia de COVID-19, con pocos recursos, como para ser sancionados por una falta que es responsabilidad del ente de salud, como lo es la dotación de uniformes. Ella no está atemorizada por la situación.

Il personale sanitario ha aderito a questa causa che ha ritenuto giusta. Ricordiamo che questi professionali rischiano quotidianamente la vita per fermare la pandemia COVID-19, con poche risorse, motivo per il quale non è necessario sanzionare per un errore che è di responsabilità dell’entità sanitaria, come la fornitura di uniformi. Lei non ha paura della situazione.

VK.com

«Non ho paura, è il mio lavoro. Ho sempre voluto aiutare le persone, apportare con qualcosa di buono, quindi sono entrata a medicina», ha detto Nadia.

VK.com

La direttrice dell’ospedale, la dott.ssa Anna Savishcheva, dichiarò che Nadia non sarebbe stata punita ed avrebbe mantenuto il suo lavoro. Mentre il governatore di Tula, Alexey Dyumin, la visitava per chiarire la situazione.

Dopotutto, Nadia ha fatto solamente il suo lavoro, utilizzando gli strumenti a disposizione del personale medico.

Puede interesarte