Por Upsocl
16 septiembre, 2020

I genitori di Hope lo hanno abbandonato perché pensavano che fosse una “strega”. L’organizzazione Land of Hope lo ha trovato e lo ha aiutato a riprendersi.

Nel 2016, Anja Ringgren Lovén ha trovato un bambino di due anni che vagava per un villaggio in Nigeria. Il bambino è stato abbandonato dai suoi genitori perché pensavano che fosse uno “stregone”, credenza comune in alcune zone dell’Africa.

Anja, direttrice di Land of Hope, un’organizzazione che soccorre bambini abbandonati, ha parlato con la testata nigeriana Vanguard dove ha raccontato la sua storia iniziata nel 2008 quando si è imbattuta in un documentario intitolato “The Witch Children of Africa” e ha appreso la dura realtà del bambini abbandonati, torturati e persino assassinati per superstizione.

Già nel 2012 ha deciso di avviare l’organizzazione, aiutando ad oggi più di 100 bambini. Alcuni sono stati persino adottati da lei.

Land of Hope

“Prima del salvataggio di Hope, avevamo già salvato più di 50 bambini, anch’essi in condizioni disastrose, quindi eravamo ben preparati. I genitori di Hope non erano nel villaggio e lo avevano lasciato solo per strada, e gli abitanti del villaggio sostenevano che fosse uno stregone. Abbiamo portato Hope in ospedale per le cure e il resto è storia. Oggi è un ragazzo molto sano e forte che ama andare a scuola e giocare con i suoi amici a Land of Hope”, ha detto Anja Ringgren Lovén a Vanguard.

Il 30 gennaio, la donna danese ha condiviso le foto di come appare Hope oggi: felice e radioso dopo che stava per morire di malnutrizione e vermi nel suo corpo nel 2016.

Instagram @landofhope

Anja Ringgren Lovén ha condiviso le immagini insieme a un messaggio pieno di felicità e nostalgia per Hope.

“Penso che la maggior parte della gente nel mondo abbia visto o sentito parlare della famosa immagine di Hope e me, dove mi inginocchio davanti al suo corpo affamato e malnutrito per dargli dell’acqua. Oggi non voglio condividere quella foto. Invece, voglio condividere le foto di Hope come appare oggi, 4 anni dopo il suo salvataggio. Un giovane molto forte, intelligente, divertente e bello che, nonostante tutto, è sopravvissuto!”, ha scritto.

Instagram @landofhope
Instagram @landofhope

“Hope ha visto molte volte la sua famosa foto. Indica se stesso per spiegare che è lui quello nella foto, e poi sorride, come se ne fosse orgoglioso. Ma so che non si tratta di orgoglio. I bambini nascono con la capacità di perdonare. I bambini nascono senza pregiudizi. Quando ai bambini viene insegnato cosa pensare invece di come pensare, falliamo come società. Abbiamo soccorso Hope per poi odiare i suoi genitori che lo hanno abbandonato, accusato di essere uno stregone e lasciato solo per strada a morire? Certo che no”, ha aggiunto.

Instagram @landofhope

Hope sta meglio che mai!

Puede interesarte