Por Upsocl
27 mayo, 2022

“Gli ho detto di studiare tanto, di impegnarsi e gli ho promesso che se avesse superato l’esame di ammissione, mi sarei fatta un tatuaggio. Mai mi sarei immaginata di farmi un tatuaggio né a 20 né a 90 anni. L’ho fatto soltanto perché era una promessa e le promesse vanno mantenute”, ha ammesso Libia Guerreiro do Valle.

Non c’è età per provare cose nuove e addentrarsi in esperienze impensabili, e la dimostrazione di tutto questo ce la dà una vecchietta di nome Goiana, direttamente dal Brasile, diventata famosa per essersi tatuata a 91 anni. Ma la cosa più interessante è il motivo per il quale ha deciso di imbarcarsi in questa avventura.

Questo è il caso di Libia Guerreiro do Valle, la quale ha fatto una promessa al nipote. Non si sarebbe mai sognata di colorarsi la pelle con dell’inchiostro per tattoo, ma nella sua vita c’è stato un motivo per preciso che l’ha spinta verso tale direzione.

Pedro Henrique Guerreiro de Queiroz

Adesso la nonnina porta sul braccio l’immagine della vergine “Nuestra Señora de la Concepción Aparecida”, alla quale è molto devota. E tutto per aver mantenuto una promessa fatta al nipote, quasi 19enne. La nonna si sarebbe tatuata se lui avesse superato l’esame di ammissione alla Facoltà di Medicina. E perciò, appena Pedro Henrique Guerreiro de Queiroz ce l’ha fatta, lei si è recata immediatamente ad uno studio per tattoo. È stata di parola.

“Gli ho detto di studiare tanto, di impegnarsi e gli ho promesso che se avesse superato l’esame di ammissione, mi sarei fatta un tatuaggio. Mai mi sarei immaginata di farmi un tatuaggio né a 20 né a 90 anni. L’ho fatto soltanto perché era una promessa e le promesse vanno mantenute”, ha spiegato Libia, in una conversazione con Metrópoles.

Pedro Henrique Guerreiro de Queiroz

Oltre a trattarsi di una faccenda personale con il nipote, bisogna dire che la donna è rimasta molto soddisfatta del risultato. “L’ho fatto sul braccio e devo dire che mi piace com’è venuto, grazie a Dio”, ha confessato Libia, che è madre di 3 figli, nonna di 9 nipoti e bisnonna di 4 pronipoti.

Pedro Henrique Guerreiro de Queiroz

Ci sono volute 2 ore in totale per terminare l’immagine sul braccio e non è stato per niente doloroso. “Non ho sentito nulla. Le mie figlie erano con me, mi hanno parlato tutto il tempo, mi sorridevano. Vedo persone che soffrono un sacco durante la sessione di tattoo, ma ognuno prova sensazioni diverse, c’è chi soffre di più, chi di meno. Nel mio caso, non ho provato nulla”, ha ammesso.

Pedro Henrique Guerreiro de Queiroz

La parte triste della vicenda è che adesso il suo amato nipote dovrà trasferirsi in città per iniziare i suoi studi, ma ha già detto a sua nonna che tornerà spesso. “Ah, c’è un’altra cosa! Lui tornerà qui, in vacanza e anche noi cercheremo di andare a trovarlo”, ha concluso l’anziana donna.

Puede interesarte