Por Upsocl
15 enero, 2021

A differenza di quanto si possa pensare, Belén Álvarez, una ragazza originaria dell’Argentina, non odia affatto i bambini. Semplicemente non ha istinto materno. Lo sapeva sin da piccola e la società l’ha sempre condannata per via della sua convinzione. Ma adesso, questa giovane ha trovato nel movimento childfree uno spazio in cui sentirsi finalmente a proprio agio.

Correva l’anno 2007. Belén Álvarez era soltanto una quattordicenne ed è stato allora che una delle sue professoresse le ha aperto un mondo nuovo, un mondo che lei ignorava.

Belén è sempre stata convinta di non voler avere figli, ma nessuno la prendeva sul serio. Mentre le sue amiche parlavano del nome che avrebbero voluto dare al loro bambino, lei diceva timidamente, divorata da un forte senso di vergogna, di non voler essere madre. E com’era da aspettarsi, si sentiva giudicata da tutti: dalla famiglia e dagli amici

Infobae

Pian piano, e soprattutto grazie all’esempio della sua insegnante, la ragazza si è resa conto che la sua decisione non era sbagliata e che era semplicemente diversa. Un giorno, una delle sue compagne di classe si è impietosita poiché la docente non aveva figli e così, in quel preciso istante, l’insegnante ha interrotto la lezione e le ha spiegato la sua visione della vita con estrema chiarezza.

“La professoressa le ha detto che non c’era bisogno di impietosirsi dato che non si trattava di un problema di infertilità. Le ha detto che non voleva avere figli, che aveva deciso di non sposarsi e che era felice così. In quel momento ho sentito la mia testa esplodere. Anch’io sentivo di essere come lei ma non sapevo si potesse vivere senza queste due cose. A partire da quel momento, non ho avuto più dubbi e ho ripetuto a me stessa: ‘È questo lo stile di vita che mi appartiene”.

—Belén Álvarez al periodico digitale argentino Infobae

Infobae

Il tempo passava e Belén continuava ad abbracciare questa filosofia. Era sempre più convinta della sua scelta ma nonostante ciò, si è imbattuta spesso in commenti dispregiativi e valanghe di pregiudizi da parte della gente. È stata fidanzata per sei anni e la sua famiglia e i suoi amici credevano che prima o poi avrebbe “avvertito il richiamo della natura”. Invece lei ha deluso tutte le loro aspettative.

Belén ha sperimentato sulla sua stessa pelle una dura realtà: ha compreso che agli occhi della società, una donna non era padrona del proprio corpo, non aveva, dunque, il potere di decidere se avere figli oppure no e che la vocazione alla non-genitorialità continuava ad essere vista come un tabù.

Infobae

Poi, c’è stato un momento in cui è venuta a conoscenza dell’esistenza del movimento childfree, un fenomeno mondiale sempre più in crescita che riunisce donne e uomini non intenzionati ad accogliere un figlio nella loro vita. Ed è stato qui che ha trovato appoggio, consolazione e speranza.

“Me encontré con un mundo de gente que compartía este sentimiento de no querer tener hijos. Todos teníamos experiencias similares, lidiábamos con la típica tía que en Navidad te insiste: ‘¿Y para cuándo?’. De repente, el movimiento child free me dio un apoyo. Ya no me sentía sola, no sentía que estaba loca”.

—Belén Álvarez a Infobae

Belén ci ha tenuto a spiegare che non si tratta di odio nei confronti dei bambini, né di giudicare moralmente le persone che decidono di diventare genitori. Si tratta più che altro di capire che ogni individuo ha i propri desideri di vita, i propri piani, che possono includere un figlio oppure no.

Libre de Hijos Argentina

Dopo 10 anni di lotta e una serie di temporeggiamenti da parte dei medici, alla fine questa ragazza è riuscita nel suo intento. Si è sottoposta finalmente al tanto desiderato intervento di sterilizzazione femminile, ovvero la legatura delle tube di Falloppio, un’operazione avvenuta nel 2019.

Dopo 10 anni di lotta e una serie di temporeggiamenti da parte dei medici, alla fine questa ragazza è riuscita nel suo intento. Si è sottoposta finalmente al tanto desiderato intervento di sterilizzazione femminile, ovvero la legatura delle tube di Falloppio, un’operazione avvenuta nel 2019.

—Belén Álvarez a Infobae

È evidente che esiste un approccio errato di fondo: non si possono giudicare, criticare le scelte delle persone che ci circondano. Ogni donna dovrebbe seguire la propria personale vocazione e trovare il coraggio di far sentire la propria voce.

Infobae

Dovremmo costruire una società basata sul rispetto nei confronti degli altri, poiché ognuno di noi ha un proprio modo di vivere.

Puede interesarte