Por Upsocl
28 julio, 2020

La pandemia gli ha impedito di allenarsi, quindi la sua famiglia ha creato una piscina «artigianale» fatta di lattine, legno e plastica. I suoi sforzi hanno fatto notizia e ora non può essere più felice. Non ci stava più nella pelle!

La vita ha alti e bassi. Un giorno sei a casa, con il coronavirus latente in televisione, rinchiuso e vedi come il tuo futuro ti sfugge di mano. Qualcosa di simile è successo a Sebastián, il nuotatore ipoacusico del quale abbiamo parlato qualche settimana fa. La sua umiltà è stata profondamente sentita in Argentina, facendo notizia per la sua forza, impegno e genitori incredibili. Erano disposti a fare qualsiasi cosa per il loro figlio.

È stato senza possibilità di nuotare per mesi, perdendo terreno e abilità. Marta, la madre, ha realizzato e proposto l’idea di realizzare una piscina a casa, quella che Edmundo, il padre, si è incaricato di costruire, con lattine, legno e plastica.

Ora, grazie alla diffusione della sua storia, un’azienda ha deciso di dargli una piscina gigante, dove potrà allenarsi senza problemi. Sorridi, Sebas!

Lieto fine! Scrivono così i giornali argentini sul dono ricevuto da Sebastián Galleguillo. L’atleta paralimpico è passato dal non avere modo di allenarsi, a costruire una piscina artigianale insieme ai suoi genitori.

Le condizioni per esercitarsi ai massimi livelli non c’erano, ma a lui non importava. Ha apprezzato lo sforzo dei suoi genitori, che per riscaldare l’acqua hanno usato dei forni sui fianchi della piscina. 

Il diciottenne, originario di Buenos Aires, mostra con orgoglio la creazione della sua famiglia, sul suo account Instagram, dove ora ha pubblicato la sua felicità.

L’azienda Urban Pleasure, puntualmente il suo proprietario, chiamato anche lui Sebastián (Oviedo), si è commosso dalla storia e ha pensato: «Questo ragazzo deve essere aiutato»

Franco Fafasuli

Fin da piccolo era interessato al nuoto e, anni dopo, iniziò a praticarlo. In acqua era felice, come ha sottolineato molte volte. Ha vinto varie competizioni e ora si stava preparando per i Giochi Olimpici Silenziosi.

 

Franco Fafasuli

Emozione. Questo è ciò che ha invaso tutta la famiglia, quando hanno saputo del generoso dono che Sebastián Oviedo aveva fatto per loro. Il pianto, la felicità e la nostalgia non sono mancati.

Quando i social media vengono utilizzati nel modo giusto, sono un ottimo strumento.

Franco Fafasuli

La nuova piscina è lunga 12 metri, larga 3,4 e profonda 1,6.

«È più bianca delle scarpe bianche che non ho mai avuto. Onestamente è qualcosa che non mi aspettavo. È magnifico. Uff, è enorme!», ha commentato Sebas quando ha ricevuto la piscina a casa sua.

Non ci stava più nella pelle.

Franco Fafasuli

La toccò da tutti i lati, guardandola nei dettagli, con la felicità impressa sul viso. Ci ha camminato sopra scalzo e ha fatto delle foto. Prese persino una pala e iniziò a scavare per installarla.

«Quando l’abbiamo messa giù, abbiamo sentito emozione, un energia speciale. È come un bagliore. Mi ha riempito di luce ed energia. Mi ha fatto venire voglia di continuare a fare quello che faccio. E siccome mi ha aiutato, spero che i miei compagni possano usarla.»

Ha detto Sebastián a Infobae.

Franco Fafasuli

L’altro Sebastián, il proprietario dell’azienda e responsabile di questo bellissimo gesto, a sua volta non è riuscito a nascondere la sua emozione.

«La storia di Sebastián mi ha toccato il cuore, me lo ha spezzato. La verità è che quando ho visto la notizia mi ha emozionato troppo, ecco perché non ho esitato. Ho iniziato a piangere e ho detto «questo bambino deve essere aiutato».

E si tratta di una piscina che non solo potrà usare Sebastián, ma grazie alla sua umiltà ha deciso di invitare pure i suoi compagni.»

Ha detto Sebastián Oviedo a Infobae.

Franco Fafasuli

Seba e mamma: sorridete!

L’umiltà e lo sforzo vengono premiati, questa volta grazie ad un uomo generoso. Una storia davvero commovente.

Puede interesarte