Por Upsocl
18 noviembre, 2020

“Mi hanno rimproverata di fronte a tutte le persone della fila, come se fossi un bambino. Erano interessati a chi sono io, alla mia vita e alle mie abitudini a letto. È stato umiliante. Non volevo essere scortese, ma in quella situazione mi sentivo impotente. Ho cercato di dimostrare di essere una donna”, ha confessato l’atleta. L’hanno messa a disagio davanti tutti.

Anna Turaeva, una famosa sollevatrice di pesi russa di 42 anni, ha avuto un momento di disagio quando stava salendo su un aereo con la compagnia aerea russa Utair, da San Pietroburgo alla sua città natale di Krasnodar, con scala a Mosca.

L’atleta, che ha una serie di medaglie e record per essere una delle migliori nel suo paese, ha spiegato a LADbible come le è stato vietato di volare. Ha sottolineato l’orrore che ha dovuto provare quando è stata interrogata con domande intime di fronte agli altri passeggeri a bordo.

East2West News

“Mi hanno rimproverata di fronte a tutte le persone della fila, come se fossi un bambino. Erano interessati a chi sono io, alla mia vita e alle mie abitudini a letto. È stato umiliante. Non volevo essere scortese, ma in quella situazione mi sentivo impotente. Ho cercato di dimostrare di essere una donna”.

–ha detto Anna a LADbible

Anna, che è stata proclamata sei volte campionessa del mondo e dieci volte a livello europeo nel powerlifting, ha dovuto subire importanti trasformazioni dovute allo sport che pratica. Ha deciso di rimuovere i suoi seni per competere in un modo che sarebbe stato più comodo, dovuto alla forza che deve sollevare. Tuttavia, è ancora una donna.

East2West News

La grande umiliazione subita da Anna era dovuta al fatto che il personale di sicurezza della compagnia aerea non credeva che fosse davvero una donna quando ha mostrato il passaporto. Aveva un aspetto diverso e il personale dell’aeroporto non era convinto. Le hanno fatto una serie di domande per confermare che fosse lei, arrivando al punto di interrogarla sulle sue preferenze sessuali.

Anna, nonostante il disagio e l’umiliazione, ha risposto a tutte le domande e ha spiegato tutti i suoi processi di trasformazione che ha subito il suo corpo. Ha chiarito di essere una donna e che non avevano il diritto di dubitare di lei.

East2West News

Dopo minuti di domande scomode, il personale di sicurezza ha consentito all’atleta di salire sull’aereo che l’avrebbe portata a casa.

“Ho fatto tutto ciò che dipende da me in modo che mi credano nella mia natura. Poi è successo un miracolo, mi hanno permesso di salire sull’aereo”.

–ha detto a LADbible

East2West News

Anna, a causa del brutto momento vissuto, ha sporto denuncia attraverso i suoi social network, raccontando l’accaduto all’aeroporto. Alla fine, la compagnia aerea si è scusata e ha accettato di controllare le azioni del personale di sicurezza e ha assicurato che non accadrà mai più.

Hanno accettato di “verificare” le azioni del loro personale e hanno giurato che non sarebbe successo di nuovo.

Puede interesarte