Por Upsocl
13 mayo, 2022

Mauro doveva portare sua figlia, Guadalupe, di 6 anni, per strada a studiare, visto che la loro casa era diventata pericolosa. Questa famiglia ha trascorso notte e giorno senza un tetto, finché il caso non è diventato virale su Facebook.

All’angolo di una strada di San Miguel de Tucumán (Argentina), era possibile trovare Mauro, intento a lavare le auto delle persone che chiedevano il suo servizio, un lavoro che avrebbe dovuto fare da solo, invece a causa della pessima convivenza con il suocero, alcolizzato, quest’uomo era costretto a portarsi a lavoro sua figlia di 6 anni, di nome Guadalupe, che nel frattempo studiava e faceva i compiti in mezzo alla strada.

Purtroppo, queste persone hanno dovuto trascorrere giornate e nottate senza un tetto a causa delle dipendenze del suocero, diventato ormai pericoloso. L’unico rimedio? Trovare una via d’uscita e il modo per poter cominciare da zero con la moglie, Ruth, di 28 anni.

La situazione in questione è entrata dritto nel cuore dei follower, dopo che un utente su Facebook, di nome Alvaro Romero, ha fotografato il padre con la sua bambina e ha raccontato la loro storia.

Facebook: Álvaro Romero

Dopo essere stata condivisa più di 4700 volte, l’immagine è arrivata sotto gli occhi di un certo Agustín, un uomo che, impietositosi, si è recato fino all’angolo della strada per offrire a Mauro un lavoro e aiutare la sua famiglia. “Agustín era un cliente del semaforo, ci siamo conosciuti grazie al suo cuore nobile”, ha raccontato Mauro attraverso il media TN.

È stata questa l’opportunità che gli ha aperto le porte di una nuova vita, offrendogli una nuova casa, cibo e indipendenza economica. “Adesso possiamo dare un miglior stile di vita ai nostri figli. Prima invece, quando pioveva, non riuscivamo nemmeno a mangiare”, ha ammesso questo padre sempre allo stesso media.

Archivio personale: Mauro

In momenti difficili è normale perdere la speranza, ma lui non si è mai dato per vinto. Ed è così che questo padre di famiglia ha ottenuto un lavoro come aiutante di un muratore in un’impresa di costruzione, e tutto grazie alla solidarietà di Agustín e delle persone che hanno collaborato al lieto fine, diffondendo la sua storia.

“Non vedevo l’ora di andar via di casa per mio suocero. Credevo che sarei morto di fame lì, al semaforo”, ha confessato Mauro, attraverso TN. Adesso vivono in una tranquillissima pensione con spazi più grandi rispetto alla loro vecchia casa. Anche sua moglie, Ruth, ha trovato lavoro. Guadalupe frequenta la scuola, mattina e pomeriggio e il fratellino di due anni va all’asilo nido.

Archivio personale: Mauro

Adesso, l’allegria e la soddisfazione predominano nella vita di Mauro e della sua famiglia. Dopo immensi sforzi, hanno un tetto sotto il quale vivere e che possono chiamare “casa”. “Siamo felici. Adesso ci svegliamo presto per andare a lavorare ma con la consapevolezza di ritornare a casa la sera e sapendo che a fine mese abbiamo uno stipendio fra le mani”, ha raccontato l’uomo al sito in questione.

Per il momento, ci metteranno tutto il proprio impegno con il fine di migliorare la loro qualità di vita. Lui ha anche intenzione di comprare una moto per poter accompagnare sua moglie e i figli. Finalmente possono godersi la loro nuova vita.

Puede interesarte