Por Upsocl
2 junio, 2021

Nikki Phillippi e il marito Dan, due famosi influencer americani, hanno deciso di praticare l’eutanasia al loro cane, Bowser, dopo che questo aveva attaccato il figlio, Logan. Addolorati nell’animo, i due hanno affermato che si trattava di un cane aggressivo e che già in passato aveva mostrato la sua violenza.

Una nota youtuber statunitense è finita nell’occhio del ciclone a causa di una drastica decisione condivisa sui social. Stiamo parlando di Nikki Phillippi, una giovane donna che, assieme al marito Dan, ha ben 1,3 milioni di follower su YouTube.

La donna ha spiegato i motivi della decisione, dicendo di aver scelto, di comune accordo con il marito, di togliere la vita a Bowser in quanto aveva aggredito il piccolo Logan, che nel frattempo giocava con il cibo dell’animale. Una soluzione che era già nella mente della coppia da qualche annetto, quando il cane, un Bull Terrier, aveva cominciato a mostrare i primi segni di aggressività nei confronti di altri cani, rimasti feriti dall’attacco.

IG: @nikkiphillippi

“Bowser aveva un lato aggressivo che cominciava ad emergere e che condizionava le sue azioni, e recentemente ha morso Logan, nostro figlio. Dopo tante riflessioni, abbiamo preso la decisione di togliere la vita al nostro cane, permettendogli di riposare in pace. Non volevamo farlo e so che in questo mi capirete. Non scherzo quando dico che è stata una delle giornate più angoscianti della mia vita”.

—Nikki Phillippi attraverso YouTube—

Come immaginabile, la decisione della coppia ha scatenato un’ondata di critiche soprattutto fra i difensori e gli amanti degli animali, i quali hanno subito accusato l’influencer e il marito, affermando che anche se alcuni cani non possono vivere con i bambini, hanno comunque diritto alla vita.

YouTube: @nikkiphillippi

Fra i commenti si poteva leggere di tutto. Alcuni hanno persino augurato ad entrambi la morte e altri hanno pubblicato una foto di Nikki, accompagnata da un chiaro messaggio: “Gli/Le influencer sono la vera pandemia”.

Inoltre, molti altri utenti hanno riportato alla luce il caso di Myka Stauffer, una ragazza, di professione influencer, che trattava argomenti quali la famiglia e la maternità, che aveva adottato un bambino di origini cinesi, affetto da autismo, e che dopo qualche anno, aveva deciso di cederlo ad un’altra famiglia.

IG: @nikkiphillippi

Scelte decisamente complicate e dure, ma la morte di un animale non può essere la soluzione ad un problema. La dignità è per tutti, senza alcuna eccezione!

Puede interesarte